Museo del Sannio, Benevento


Il primo nucleo dell'attuale Museo del Sannio fu un museo archeologico comunale fondato nel 1806 da Talleyrand, allora principe di Benevento, nell'ex casa gesuitica. Il governatore inviato dal principe, Louis De Beer, si preoccupò tuttavia prevalentemente di arricchire le collezioni private propria e di Talleyrand.

Museo del Sannio, museo archeologico comunaleDopo la Restaurazione l'edificio fu restituito alla Compagnia del Gesù, che vi riaprì il proprio collegio, senza tuttavia disperdere il materiale archeologico che vi era stato raccolto.

Il 4 settembre 1873 la provincia fondò il nuovo Museo del Sannio, destinato a raccogliere i materiali conservati nel Collegio gesuita, quelli sparsi radunati dal comune a partire dal 1865, acquistando anche opere in possesso di privati, e altro materiale proveniente dal territorio provinciale. Nel 1893 un primo raggruppamento di materiali venne ospitato nella Rocca dei Rettori, a cura di Almerico Meomartini.

A cura di Alfredo Zazo, nel 1929 le collezioni furono trasferite presso il complesso monumentale di Santa Sofia, acquistato dall'amministrazione provinciale come sede per il museo e per l'Archivio storico e la Biblioteca, mentre la sezione storica rimase alla Rocca.

Museo del SannioDopo la seconda guerra mondiale il materiale si accrebbe in modo considerevole per le scoperte fatte durante lo sgombero delle macerie causate dai bombardamenti. Nei primi anni sessantaMario Rotili riorganizzò il museo secondo criteri moderni, e nel 1964 esso fu riconosciuto "museo grande". Nel 1973 ne divenne direttore Elio Galasso, che ampliò il museo e inaugurò un programma di ricerche che rese il museo un esempio a livello nazionale. Il Direttore Galasso aprì, inoltre, il Museo alla cultura contemporanea (pittura, installazioni, teatro, musica), e rese l'istituto un centro culturale multiforme, ospitando regolari rassegne musicali (soprattutto concerti pianistici), mostre e convegni.

Nel 1999 si sono conclusi i lavori di restauro del chiostro di Santa Sofia e del Museo su progetto degli architetti Ezio De Felice, Eirene Sbriziolo e Roberto Fedele.

Patrimonio dell’UNESCO da Giugno 2011

Il prezioso chiostro della Chiesa di S. Sofia è un raro esempio di arte medievale nel quale spiccano i capitelli, le colonne ed i pulvini che, attraverso particolari simbologie, ricordano la contrapposizione del bene e del male, il susseguirsi delle stagioni e le varie epoche storiche.

 

Orari di Ingresso

MUSEO del SANNIO, CHIOSTRO e PALAZZO CASIELLO:
 Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00 – lunedì chiuso

COLLEZIONE DI ISIDE ad Arcos:
 Dal martedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00
 Il sabato e la domenica dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

MUSEO DELL’ARCO DI TRAIANO a Sant’IIario a Port’Aurea:
 Tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00



Museo del Sannio
Indirizzo: Piazza Matteotti, 5/A,
Telefono: 0824.774763
Sito: http://www.museodelsannio.it/

Location inserita da Annalisa Giordano

Video: Museo del Sannio


Location: Museo del Sannio


Inquadra questo QR Code

Eventi a: Museo del Sannio


Se vuoi inserire un evento in questa location clicca qui