Pontificia fonderia di campane Marinelli, Agnone (IS)


La Pontificia fonderia di campane Marinelli è un'azienda metallurgica italiana a conduzione familiare con sede ad Agnone, in provincia di Isernia, specializzata nella costruzione di campane. Di proprietà della famiglia Marinelli, che la gestisce da numerose generazioni, si distingue per essere la più antica fonderia italiana e fra le aziende familiari più antiche del mondo. È molto visitata da molte scuole e da viaggiatori stranieri.

La fonderia Marinelli ha fuso concerti di campane importanti, come quello del Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei (Napoli), le campane di Montecassino, le campane della Cattedrale di Buenos Aires e la campana del Giubileo 2000 "Giovannea", commissionata da Papa Giovanni Paolo II.

Fino agli inizi del Novecento la fonderia Marinelli era solo una bottega rettangolare larga e col soffitto molto basso, posta in mezzo ad una vasta distesa di erba incolta. Successivamente dopo la Seconda guerra mondiale i Marinelli compirono alcuni lavori di ristrutturazione, allargando la bottega e creando delle enormi stanze dedicate alla collezione dei vecchi cimeli di famiglia.

Di conseguenza quelle stanze diventarono un museo, visti i numerosi visitatori che giungevano da tutta l'Italia per vedere le opere della fonderia. Con la nomina di "patrimonio dell'umanità" da parte dell'UNESCO, la fonderia Marinelli oltre che bottega di creazione di campane, è diventata anche un museo attrezzato con diverse stanze da visita per le varie visite dei turisti. Anche la stanza dove si fondono le campane è visitabile.

La parte vecchia della bottega è rimasta quella di sempre, dove vi sono gli strumenti antichi artigianali per la fabbricazione delle campane, i vari canali di scolo del bronzo e dello stagno, e i numerosi forni. La parte invece dedicata al museo è preceduta da una stanzetta laterale per i souvenir e l'acquisto dei biglietti.

Di conseguenza nelle nuove stanze per le visite turistiche, in ogni parte del loro muro sono affissi cartelli multilingue e teche di vetro in cui sono raccolti tutti frammenti delle vecchie campane andate distrutte o troppo rovinate per continuare a suonare.

Al termine della visita, nella sala della fonderia, un esperto suona alcuni pezzi classici e l'inno "Ave Maria" battendo il martello su campane appese di diversa tonalità per commemorare il disastro avvenuto nel Terremoto del Molise del 2002.



Pontificia fonderia di campane Marinelli
Indirizzo: Via D onofrio 14,
Telefono: 0865 78235
Sito: http://campanemarinelli.com/

Location inserita da Pierpaolo Dori

Video: Pontificia fonderia di campane Marinelli


Location: Pontificia fonderia di campane Marinelli


Inquadra questo QR Code



Eventi a: Pontificia fonderia di campane Marinelli


Se vuoi inserire un evento in questa location clicca qui