Villino Hüffer, Roma (RM)


Palazzo storico di Roma.

Villino Hüffer è una grande villa a Roma. Si trova in Via Nazionale vicino alla galleria d'arte comunale. Molto lodato da Gabriele D’Annunzio per l’eleganza e il comfort dei suoi ambienti, l’edificio è stato restaurato in anni recenti.

La villa è separata dalla strada da una recinzione e un cancello in ferro battuto, oltre a un cortile con palme. È un edificio neoclassico con una pianta del pavimento di 24 × 34 metri. L'interno è sontuoso con colonne e pannelli in marmo.

Il Villino è basato su un progetto dell'architetto francese Jules Antoine François Auguste Pelléchet (1829-1903).

Pelléchet progettò una facciata più reminiscente di Parigi che di Roma. Il piano terra è costituito da una serie di portali d'ingresso ad arco; il primo piano è il beletage o l'area vivente, con le finestre alte francesi e timpano tipiche del francese. Le tre finestre centrali sono evidenziate da colonne corinzie.

Questo insieme ricorda la loggia di Palazzo Borghese, dove Hüffer visse all'inizio della sua permanenza a Roma.

Il secondo piano è meno alto del Beletage e ha finestre rettangolari. Il tetto è tipicamente italiano, piatto e senza tetto spiovente.

L'interno dell'edificio sembra un set per il primo atto di La traviata di Giuseppe Verdi.

Lo scultore Wilhelm Haverkamp fu creato nel 1891 per conto di Hüffer, allestito nell'entrée dei ragazzi della villa nel capitolo di Corinto.

L'edificio è gestito da Fondo Ambiente Italiano (FAI), un'organizzazione non governativa senza scopo di lucro e può essere visitato su appuntamento. Il proprietario dal 2001 è la Banca d'Italia, che la utilizza come archivio storico (Archivio Storico della Banca d'Italia). L'archivio ha documenti importanti sulla ex moneta italiana Lira e sulla storia economica italiana in generale, tra cui una vasta biblioteca. È stato premiato nel 2009 con il premio europeo per l'archivio aziendale meglio conservato.

Wilhelm Hüffer (* 1821 a Münster, † 1895 a Roma) aveva il nome del suo nome di villa costruita tra il 1880 e il 1883. Lo stile architettonico era orientato verso la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo. Roma era a quel tempo solo pochi anni capitale dell'Italia. Hüffer è stato offerto in Italia il titolo di nobiltà barone. Comprò la proprietà nel 1879 e si trasferì nel 1883 nella villa.

Hüffer ha iniziato nel 1838 una formazione imprenditoriale a Brema. Nei primi anni del 1840 andò a Parigi e vi lavorò nella casa di commercio Pescatore.

Dal 1 ° gennaio 1852 divenne socio in questa casa di commercio; il suo fondatore morì nel 1855. Hüffer divenne ricco con l'importazione di sigari cubani.

Nei primi anni del 1850 affittò il monopolio francese del tabacco. La sua unica figlia (Amalie) morì durante l'infanzia.

Quando scoppiò la guerra franco-tedesca nel luglio del 1870, si trasferì a Roma.

Nel 1871, all'età di cinquant'anni, Wilhelm trasferì l'azienda al fratello minore Leopoldo.

Seguì le sue inclinazioni artistiche e si sedette. per il restauro della Fontana di Trevi.

Nel 1889 fondò l'ospedale ortopedico Hüfferstiftung nella sua città natale, Münster.

Wilhelm Hüffer fu sepolto il 5 maggio 1895 a Roma.



Villino Hüffer
Indirizzo: Via Nazionale 191
Telefono: +39 06 47921
Sito: http://mobile.060608.it/it/cultura-e-svago/beni-culturali/beni-architettonici-e-storici/villino-huffer.html

Location inserita da Bartolomeo Mazzotta

Location: Villino Hüffer


Inquadra questo QR Code



Eventi a: Villino Hüffer

Visita al Villino Hüffer
Visita al Villino Hüffer


Se vuoi inserire un evento in questa location clicca qui